Quanto spesso dovrei innaffiare il mio prato con il sistema di irrigazione - Guida 2023

0
80

Ognuno ha quel vicino di casa con un prato perfetto che non possiamo fare a meno di guardare quando passiamo davanti. In uno dei giorni che passi, ti poni sempre la stessa domanda; quanto spesso dovrei innaffiare il mio prato con un sistema di irrigazione in modo che il mio prato possa sembrare proprio come il prato del mio vicino.

Tuttavia, cercare di capire il miglior programma di irrigazione che puoi adottare per il tuo prato non è così semplice come sembra.

Ci sono molti fattori che determinano la quantità di umidità di cui le tue piante hanno bisogno per sopravvivere, le condizioni meteorologiche, il tipo di terreno di cui hai bisogno, il numero di teste di irrigazione che puoi spegnere e anche le specie di piante che vuoi allevare sul tuo prato.

Inoltre, potrebbe esserci solo quel proprietario di casa che desidera erba in grado di prosperare anche sotto il caldo mentre un altro potrebbe aver bisogno di un tipo di prato da campo da golf.

Quanto spesso dovrei innaffiare il mio prato con il sistema di irrigazione

Fonte immagine: t3.com

Quando il tuo prato inizia a sembrare scuro o quando inizia ad arricciarsi, quello è in realtà il momento migliore per iniziare ad annaffiare il tuo prato.

Tuttavia, se il periodo è durante il periodo invernale secco, allora dovresti effettivamente innaffiare il tuo prato in modo coerente e durante il periodo estivo, ciò di cui il tuo prato ha bisogno è l'umidità.

A seconda delle condizioni attuali della tua erba, annaffiare solo un pollice sarebbe sufficiente per mantenerla sana durante i mesi secchi e caldi.

In così tante regioni, i proprietari di case possono innaffiare rigorosamente le piante solo una o due volte alla settimana e questo è l'ideale per piante consolidate che si sono già abituate alle condizioni locali, ma il caso non è lo stesso quando si tratta di fiori appena piantati e l'erba e l'irrigazione devono essere eseguite frequentemente quando la radice sta ancora cercando di svilupparsi.

Potresti sembrare confuso, ma il tuo prato rimane sano quando irrighi di rado.

La profondità ideale che l'acqua deve scorrere sotto la superficie del terreno dovrebbe essere di circa quattro o sei pollici perché a questo punto l'acqua sarebbe in grado di raggiungere il sistema radicale e se vuoi scoprire per quanto tempo i tuoi irrigatori devono funzionare, allora sistemare circa sei lattine della stessa dimensione intorno al prato.

Vai in giro e imposta gli irrigatori in modo che funzionino per circa trenta minuti e, quando il tempo scade, determina quanta acqua hai in ogni lattina.

Se vuoi calcolare la profondità media, somma tutte le misurazioni in ciascuna lattina e dividila per il numero di lattine e otterrai sicuramente la profondità media.

Con una vanga da giardino o una sonda per terreno, puoi essere in grado di capire quanto è bagnato il terreno in profondità e ti direbbe anche quanto più avresti bisogno di annaffiare il terreno per raggiungere la profondità desiderata. Tuttavia, c'è ancora un problema con i proprietari di casa oggi.

Il problema con i proprietari di case è che non conoscono l'importanza dell'ora del giorno in cui un irrigatore deve essere impostato per irrigare i prati.

Se vuoi ridurre la quantità di acqua persa, il periodo migliore per impostare gli irrigatori è durante la mattina presto o la sera.

In aggiunta a questo fatto, annaffiare durante le prime ore della giornata farebbe sì che l'umidità non rimanga sulla superficie delle foglie quando cala la notte.

Un fatto che non vogliamo che tu dimentichi è che annaffiare il prato di notte non è consigliabile o una decisione saggia perché rende le tue piante soggette a marciume e malattie.

Articoli Correlati

Il momento migliore per innaffiare la zolla e gli errori comuni da evitare

Il momento migliore per innaffiare il prato quando fa caldo

Il momento migliore per innaffiare i semi di erba