Efficacia del CBD per dolori cronici e malattie articolari

0
12
Fonte: mensjournal.com

Se soffri di dolori articolari o cronici, potresti cercare il CBD come terapia alternativa. Il CBD e il THC, insieme ad altre sostanze chimiche, sono derivati ​​dalla marijuana. Tuttavia, il CBD non ha effetti collaterali psicoattivi come la sua controparte. Questo significa semplicemente che non ti farà sballare come farebbe la marijuana. Fortunatamente, l'efficacia del CBD per il dolore cronico e le malattie articolari è piuttosto impressionante. Detto questo, vediamo cosa offre il CBD alle persone con dolore cronico e malattie articolari.

Cause di dolore cronico e articolare

Fonte: ifixbones.com

Tipicamente, il dolore è considerato cronico se dura per più di 6 mesi. Tuttavia, può variare di intensità, da maggiore a minore, e può essere un problema senza fine, oppure può andare e venire con il tempo. Indipendentemente dalla gravità o dalla frequenza, siamo tutti d'accordo sul fatto che il dolore cronico deve essere affrontato. Intanto eccole le cause dei dolori cronici e articolari;

  • Artrite

L'artrite è una condizione che provoca dolore articolare cronico. Di solito si verifica quando la cartilagine delle articolazioni si rompe e non ha cura. D'altra parte, il dolore legato ai sintomi dell'artrite può essere moderato con l'assistenza di antidolorifici.

  • fibromialgia

Questa malattia porta a un dolore esteso in tutto il corpo, precisamente nelle articolazioni e nei muscoli. La causa di questa malattia deve ancora essere determinata. Inoltre, ci sono opzioni di trattamento limitate per la fibromialgia.

  • Osteoporosi

L'altra condizione che potrebbe causare cronica il dolore articolare è l'osteoporosi. L'osteoporosi indebolisce significativamente le ossa, ma provoca dolore alle articolazioni rispetto al dolore osseo. Diventiamo più suscettibili a questa condizione man mano che invecchiamo, anche se le donne sono più a rischio degli uomini.

  • Lupus

Lupus è una condizione autoimmune che inizialmente si manifesta come un dolore articolare cronico lancinante. È una condizione grave e richiede una gestione adeguata. Tuttavia, è difficile diagnosticarlo a causa della sua somiglianza con altre condizioni.

  • Obesità

Essere obesi affatica significativamente le articolazioni ed è sufficiente per iniziare il dolore articolare all'interno di articolazioni specifiche. Quindi, sarebbe utile mantenere un peso sano per evitare dolori articolari.

Come il CBD può aiutare con dolore e infiammazione

Fonte: ucihealth.org

L'ECS è un meccanismo di segnalazione cellulare nel corpo. Alcuni ricercatori ritengono che il CBD funzioni con i principali componenti dell'ECS; del cervello e del sistema immunitario recettori endocannabinoidi.

Allora, cosa sono i recettori? Ci sono piccole proteine ​​collegate alle cellule. Prendono segnali chimici da vari stimoli e aiutano le cellule a rispondere di conseguenza. Questa risposta sviluppa effetti antinfiammatori e antidolorifici che aiutano nella gestione del dolore.

Ciò significa semplicemente che i prodotti a base di CBD come l'olio di CBD o le creme di CBD possono essere vantaggiosi per le persone che soffrono. In genere, quando hai un'infiammazione, scegli diversi farmaci. Tuttavia, l'utilizzo a lungo termine di FANS può produrre effetti negativi come ulcere peptiche e malattie renali.

Quando si tratta di infiammazioni, l'olio di CBD potrebbe tornare utile come piano terapeutico che può essere consumato direttamente. D'altra parte, è possibile utilizzare creme topiche al CBD che possono essere utilizzate localmente sulla zona interessata in superficie. Tuttavia, il CBD funziona in modo diverso quando viene assunto internamente rispetto a quando viene strofinato localmente sulla pelle. Va notato che i prodotti CBD hanno lievi effetti collaterali e possono interagire con vari farmaci come antidepressivi o antibiotici. Quindi, assicurati di consultare il tuo medico prima di buttare via la tua bottiglia di FANS.

Quanto è efficace il CBD per i dolori cronici e articolari?

Fonte: dailycbd.com

I cannabinoidi trattengono alcuni neurotrasmettitori cerebrali che prendono parte alla risposta infiammatoria del corpo. Attualmente, il CBD ha una vasta gamma di usi pratici, che variano dall'alleviare il dolore cronico e ridurre l'ansia. Quindi quanto è efficace per il dolore cronico e articolare?

Riducendo l'infiammazione, il CBD aiuta anche a ridurre il dolore cronico. Potrebbe anche tornare utile per aiutarti a ridurre gli oppioidi. Inoltre, il CBD è disponibile in diverse forme, tra cui olio di CBD, caramelle gommose, vapori inalati o creme per uso topico. La versione che scegli dipende dalle tue preferenze.

Quale prodotto a base di CBD dovresti provare per alleviare il dolore?

Uno dei motivi principali per cui le persone preferiscono i prodotti CBD sono i loro benefici antidolorifici. Ma quali sono i migliori prodotti CBD che dovresti provare per alleviare il dolore. La capacità del CBD di alleviare il dolore è un enorme vantaggio rispetto ai tradizionali antidolorifici, che a volte possono causare dipendenza. Quindi, scegli questo integratore naturale, poiché ha meno effetti collaterali e non sacrifica l'efficacia.

Innanzitutto, scegli un prodotto di un marchio affidabile con una buona reputazione. Successivamente, scegli la versione che desideri utilizzare, dalle caramelle gommose e dall'olio di CBD alle creme e unguenti al CBD; c'è qualcosa per tutti. Ad esempio, potresti scegliere qualsiasi crema al CBD ben recensita o qualsiasi altro argomento suggerito da www.laweekly.com, a seconda delle tue preferenze ed esigenze. Infine, considera il tuo budget.

Dovresti preoccuparti di eventuali effetti negativi?

Fonte: medicalnewstoday.com

No. Gli studi hanno rivelato che gli esseri umani possono gestire bene il CBD. D'altra parte, alcune persone potrebbero sperimentare diversi effetti collaterali minori, tra cui:

  • Diarrea
  • Perdere o aumentare di peso
  • stanchezza
  • Cambiamenti di appetito

Inoltre, durante il test Epidiolex, medicinale a base di CBD progettato per affrontare forme di epilessia rare e approvato dalla FDA, non ha mostrato alcun segno di dipendenza dal farmaco. Tuttavia, ci sono trepidazioni sul fatto che il CBD possa inibire l'enzima complesso del citocromo P450, che non supporta la capacità del fegato di rompere le tossine.

Quindi, il CBD potrebbe aumentare le possibilità di aumentare le tossine nel fegato. Inoltre, dovresti assicurarti di consultare un medico prima di consumare CBD, poiché potrebbe interagire in modo errato con vari farmaci o integratori da banco.

Anche il consumo di CBD e altri medicinali che sconsigliano la reazione con il succo d'uva richiede una considerazione speciale.

Conclusione

Anche se non ci sono informazioni conclusive a sostegno dell'efficacia del CBD per il dolore cronico e articolare, i ricercatori concordano sul fatto che il CBD ha un grande potenziale in questo campo. Inoltre, i prodotti CBD potrebbero fornire sollievo a molte persone con dolore cronico senza portare all'indipendenza dalla droga e all'intossicazione.

Pertanto, se vuoi provare il CBD per la gestione del dolore, consulta un medico, poiché ti aiuterà a trovare un dosaggio iniziale che sia l'ideale per te.